Teoria galattica

TOPOGRAFIA DEL WORLD WIDE WEB
Galassia radiale
(Di pksoft – elaborata nel 2002 – presentata nel 2003)


Supponiamo di collocare nello spazio la rappresentazione grafica del 3W.
Galassia 3w
Galassia 3w

Sostituiamo ogni pagina web con un corpo celeste di diverso tipo e disponiamoli con criterio nel nostro cosmo. Possiamo ottenere una struttura galattica costituita da un ammasso globulare centrale e due bracci spiraliformi che si dipartono dal corpo centrale. La disposizione delle pagine nel nostro modello “GALASSIA 3W” avviene valutando la “densità” ed il “verso” dei LINK della pagina (Criterio del – RED/BLUE SHIFT – astronomico).

Galassia 3w link
Galassia 3w link

Noteremo, nel modello, un corpo centrale costituito da un ammasso di 56 milioni di pagine strettamente interconnesse, e due bracci costituiti da un complesso di altre 44 milioni di pagine. IL braccio “inferiore” è costituito da siti minori e pagine personali, le quali sono linkate al corpo centrale, ma non godono di LINK di ritorno.

Galassia 3w base
Galassia 3w base

Il corpo centrale è formato da portali, motori di ricerca, siti d’informazione e dai siti delle aziende più rinomate. Il braccio “superiore” è formato dalla maggioranza dei siti delle imprese, università, centri di ricerca ed altre istituzioni; questi beneficiano di LINK provenienti dal corpo centrale, ma non contraccambiano con LINK di ritorno. Collegamenti di leggera entità connettono i due bracci tra di loro. Lo spazio restante è formato da corpuscoli EXTRA-GALATTICI, ovvero pagine completamente isolate dalla rete; queste ultime rappresentano l’86% del nostro cosmo, formato da varie centinaia di milioni di pagine.


LIBERAMENTE TRATTO DA: I motori di ricerca nel caos della rete (kit di sopravvivenza) pg. 28 di Terry BYTE & Claudio PARRINI. Editrice SHAKE – CYBERPUNKLINE.