I Pensieri del MAO 1- pag. 15

Da Pklab.

(Differenze fra le revisioni)
Jump to: navigation, search
Revisione 15:07, 4 Dic 2007
Anonimo olevanese (Discussione | contributi)

← Go to previous diff
Versione attuale
Anonimo olevanese (Discussione | contributi)

Riga 1: Riga 1:
'''I PENSIERI DEL MAO''' '''I PENSIERI DEL MAO'''
-'''211)''' Quando ci fu lo sbarco a Salerno, anche noi fummo coinvolti dalla guerra. I tedeschi si stavano ritirando in buon ordine. Quando giunsero a Valle, diretti verso Acerno, alcuni soldati chiesero agli abitanti di consegnare tutti i viveri che possedevano. Per i pochi abitanti furono momenti di terrore ... A salvare la situazione fu G(*) A(*) che uscito di casa, provò ad affrontare i tedeschi (a parole, sia ben chiaro). Grande fu la sorpresa del nostro beniamino nel trovarsi di fronte un tedesco già avversario nella prima guerra mondiale e con il quale aveva fatto amicizia durante la sua prigionia. Anche il tedesco lo riconobbe e subito si abbracciarono.<br />+'''211)''' ('''Da "Storie e Leggende" di un Anonimo Olevanese''')
-G. fece presente al militare che i suoi paesani erano poveri e che consegnare i pochi viveri che possedevano significava andare incontro alla fame. Il tedesco capì la situazione e convinse i suoi commilitoni, che non erano affatto cattivi, a non far del male agli abitanti della nostra borgata. Dopo un ultimo abbraccio dei due vecchi amici, i tedeschi, senza prendere nulla, lasciarono Valle e si diressero verso Salitto. ('''Da "Storie e Leggende" di un Anonimo Olevanese''')+
-'''212)''' Valeria,<br /> 
-fortunato chi ti guarda, <br /> 
-beato chi ti ama, <br /> 
-gran cornuto chi ti sposa! ('''Da "Giambi e coliambi" di un Anonimo poeta Olevanese''') 
- 
-'''213)''' M'illumino d'immenso! ('''Anonimo poeta italiano''') 
- 
-'''214)''' U' anema! ('''Anonimo poeta Olevanese''') 
- 
-'''215)''' Io sto alla Marina Militare <br /> 
-come il negro sta al campo di cotone ('''Anonimo Sottufficiale Olevanese''') 
- 
-'''216)''' Fa bbène e vvìre che te ne vène ('''Anonimo Olevanese''') 
- 
-'''217)''' La morale è sempre quella: fai merenda con Ortofio ('''Anonimo Italiano''') 
- 
-'''218)''' Acchiappa subbeto, <br /> 
-basta ca nun so mazzate ('''Anonimo Olevanese''') 
- 
-'''219)''' Nelle mie mani niente rimane molle ('''Anonima puttana Olevanese''') 
- 
-'''220)''' Bah! ('''Da "Dubbi" di un Anonimo Olevanese''') 
- 
-'''221)''' ... e tirava la Bernarda più di un paio di buoi ('''Da "Bernarda va alla guerra" di un Anonimo Olevanese''') 
- 
-'''222)''' Cù nu "si" te 'mpicci, <br /> 
-Cù nu "no" te spicci ('''Anonimo Olevanese''') 
- 
-'''223)''' Mangiate la cacca: <br /> 
-milioni di mosche non possono sbagliarsi ('''Da “Pubblicità” di un Anonimo Olevanese''') 
- 
-'''224)''' Chi vòl fìgli sànt se ne fàce ('''Anonima mamma di San Pietro''') 
- 
-'''225)'''Segni al Governo: <br /> 
-si rivolta la gabbana (Anonimo Italiano) 
- 
- 
-http://lnx.pksoft.it/pkakira/albums/userpics/10002/thumb_Anonimus_Olibanuser_baby_cries_about_world_s_trouble.jpg  
-Piccolo Anonimo Olevanese piange sui mali del mondo 
Torna a [[I Pensieri del MAO 1- pag. 14]] oppure vai a [[I Pensieri del MAO 1- pag. 16]] Torna a [[I Pensieri del MAO 1- pag. 14]] oppure vai a [[I Pensieri del MAO 1- pag. 16]]

Versione attuale

I PENSIERI DEL MAO

211) (Da "Storie e Leggende" di un Anonimo Olevanese)


Torna a I Pensieri del MAO 1- pag. 14 oppure vai a I Pensieri del MAO 1- pag. 16

Personal tools